mercoledì 31 dicembre 2008

Nalin & Kane-Beachball

un pezzo che fa sognare,progressive house al suo massimo livello per questa hit del 1997 prodotta dai tedeschi Andreas Bialek aka Nalin e Ralf Beck aka Kane

qui dj Lory che lo suona la sera di Natale al Red Zone,25-12-08


il video ufficiale di questa traccia


e l'original club mix

martedì 30 dicembre 2008

Patric la funk-Restless(Tim Weeks rmx)

ottimo remix del giovane produttore inglese Tim Weeks di questa traccia di Patric la funk sulla label tedesca Opaque Music

Suonato da Frankie Watch all'Essenthia ad Umbertide,sabato 27-12-08


qui la traccia per intero:

Warehouse party@Essenthia(video)

Warehouse party@Essenthia Umbertide
saturday 27-12-08

dj Frankie Watch,primo disco
title track:Mute & Metazoo-Sigh(2000 & one rmx)


dj Lory
title track:Sis-Trompeta

Ingiustizie

"Chiunque non impedisce un'ingiustizia ne è complice"(Seneca)

Amore 09:orari definitivi line up



Sven Vath suonerà molto presto dalle 23 alle 1 perchè poi è previsto anche nella line up del suo Cocoon Club a Frankfurt
chiusura delle due sale con i nomi più famosi, affidata a Paul Ritch ed Ellen Allien,penso che comunque i raver romani siano in buone mani

Watergate Berlin 31-12-08


Watergate

mainfloor:
01:00 - 04:00 metro
04:00 - 07:00 sascha funke
07:00 - 08:00 my my live
08:00 - 12:00 the cheapers
12:00 - 15:00 daniel dreier
15:00 - 16:00 heartthrob live
16:00 - 20:00 magda
20:00 - 21:00 marc houle live
21:00 - 01:00 guido schneider
01:00 - 05.00 woody + livio & roby
05.00 - end mitja prinz

waterfloor:
01:00 - 03:00 mitja prinz
03:00 - 06:00 sebo k.
06:00 - 09:00 kiki
09:00 - 12:00 marcus meinhardt
12:00 - 15:00 zander vt
15:00 - 18:00 marco resmann
18:00 - 21:00 jens bond
21:00 - end bertsch + wilck

e chi + ne ha + ne metta!

Pitto-Sexvibe

un grande groove e una voce femminile che grida sexvibe fanno raggiungere a questo pezzo un climax in grado di esaltare la pista.
l'autore è l'olandese di Utrecht ,Pitto,e questo pezzo,uscito a Gennaio 2008,è stato la seconda release,dopo l'altra hit Kabale und liebe-Mumbling yeah,su AreaRemote,sublabel della Remote Area di Dylan Hermelijn aka 2000 & One
minimal techouse dal groove infernale,ne sanno una più del diavolo questi olandesi

qui dj Frankie Watch suona il disco in questione all'Essenthia ad Umbertide,party organizzato in collaborazione col Red Zone sabato 27-12-08


e qui la traccia per intero:

Natale Red Zone Ricky l suona Little Bird

Red Zone
natale 25-12-08
dj Ricky l
title track:Annie Lennox-Little Bird(Ricky l rmx)

lunedì 29 dicembre 2008

Dave Seaman-Gobbledygook(Funkagenda repulse rmx)

una delle migliori tracce di quest'estate in un genere a cavallo fra progressive-house e minimal-electro,con l'aggiunta di canti etnici di sottofondo.
uscita a Giugno 2008 su Audio Therapy,la label del dj-producer inglese Dave Seaman,uno dei migliori esponenti del suono progressive-house inglese,mentre il remix è ad opera di un altro inglese Adam Walder aka Funkagenda

qui Master Enjoy suona qsta traccia sabato 27-12-08 all'Essenthoia ad Umbertide:


e qui la traccia per intero:

Video Essenthia 27-12-08:Master Enjoy

grandissima notte in quel di Umbertide,grazie al Red Zone people di tutto il centro Italia
Essenthia disco,Umbertide(pg)
saturday 27-12-08
Master Enjoy
title track:Mory Kante-Yeke Yeke


title track:Master Enjoy-Funkadelic Tango

Apotheosis-O fortuna

gran traccia old-school techno-elettronica realizzata nel 1991 su label Indisc dal duo belga Luc Rigaux e Patric Samoy che più tardi,nel 1993,sforneranno anche un'altra hit,ovvero Hyper Space-Natural System

qui Dj Lory che suona Apotheosis-o fortuna,la sera di Natale 25-12-08 al Red Zone


e qui la traccia per intero:

Emmanuel Top-Turkish bazar

Turkish bazar è uno dei capolavori prodotti su Attack Records da Emmanuel Top,nel 1994,nello stesso vinile in cui si trova anche un'altra grande traccia,Cosmic event

qui dj Lory che comincia il suo set della serata di Natale al Red Zone con Turkish Bazar


e qui la traccia per intero:

Eric Morillo arrestato a Glasgow per possesso di cocaina

Lo scorso weekend il superstar Dj Erick Morillo, patron della Subliminal rec., è stato fermato dalle forze dell’ordine all’aereoporto di Glasgow prima di una data al club The Arches, perchè trovato in possesso di una non meglio precisata quantità di cocaina.
Rilasciato su cauzione Morillo dovrà tornare davanti al giudice il prossimo marzo.
fonte:www.bbc.co.uk

Ombrellaro Rave@Quasar Perugia 4-4-92

lo spot:

il video:

domenica 28 dicembre 2008

Capodanno 31-12-08 Umbria Convention@Gradisca with Red Zone staff



in collaborazione con Red Zone,Diabolika e Made in Italy Ibiza

ospiti tutti i dj del Red Zone+Francesco Zappalà e Paolo Bolognesi

6 sale aperte dalle 23 alle 8:30

prenotazione 40€+2 drink

info Andrea 3333716363
email e msn:andreapantani@soundzculture.it
www.myspace.com/andreacdc

Video Natale Red Zone 25-12-08:Master Enjoy

Red Zone,club in the club
thursday 25-12-08
Master Enjoy

parte 1


parte 2


parte 3

sabato 27 dicembre 2008

Loco Dice-Paradiso

ottimo pezzo minimal house viaggioso e melodico,con un ritmo che cresce sempre più durante la traccia:stampato nel 2006 su Cadenza Records,e contenuto nell'lp Harissa

giovedì 25 dicembre 2008

Luciano & Quenum-Orange mistake

questa traccia fu la prima uscita,datata Estate 2003, della Cadenza Records,la label svizzera fondata da Luciano e Serafin.
un'avventura che meglio non poteva cominciare:orange mistake è un gran pezzo minimale ipnotico
qui Sven Vath che lo suona all'HR3 Clubnight l'11-10-2003

Gigi d'Agostino-Fly

uno degli inni trance-dream-progressive degli anni 90

Saccoman-Sunshine dance

gran pezzo trance prodotto dal dj romagnolo Saccoman su Bxr nel 1996
in questo video lo stesso Saccoman suona questa traccia al Memorabilia di Luglio 2008 al Cocoricò

Buon Natale a...

mercoledì 24 dicembre 2008

Mauro Picotto


Nato il 25 Dicembre 1966 a Cavour, in provincia di Torino, un giovanissimo Picotto scopre la sua passione per le produzioni musicali, ma capisce immediatamente che dovrà prima affermarsi come DJ e capire che cosa la gente vuol sentire in un disco. "Ho iniziato suonando di tutto, dalla music Pop all'Hip Hop" spiega. "Mi piacevano artisti come Public Enemy e LL Cool J. Continuavano a sospendermi da scuola perché suonavo nei club fino alle cinque del mattino e arrivavo sempre in ritardo per le lezioni".
Dopo aver vinto nel 1989 il DMC (DJ Mix Competition), un incontro occasionale con Daniele Davoli, in città a promuovere il suo singolo 'Ride on Time' dei Black Box, lo stimola a dedicarsi alle produzioni. Il suo primo lavoro "We Gonna Get" pubblicato sotto lo pseudonimo RAF, divenne una Top Venti in gran parte d'Europa e Picotto spiccò il volo. Seguirono remix per artisti come Club House, Capella e 49ERS ed altre produzioni Raf.

Raf by Picotto-Bakerloo Symphony(1995)


Raf by Picotto-Ocean Whispers(1996)


Ha lavorato con molti esponenti della musica techno, tra questi Gigi D'Agostino, scoperto e prodotto appunto da lui. Una delle loro collaborazioni è sfociata nel disco "Angel Symphony", melodia delicata e un pezzo vocale molto dance europeo, caratterizzato da un beat techno progressive o, scendendo nello specifico, "mediterranean progressive".

Gigi d'Agostino vs Mauro Picotto-Angel's Symphony(1996)


Nel 1998, grazie all'uscita di "Lizard", Mauro Picotto entra di diritto a far parte dei top DJ e produttori mondiali. "Avevo notato che la migliore reazione nei club arrivava sempre durante un pezzo con un bassline potente", spiega Mauro. "Con Lizard mi basai proprio su quell'idea".

Mauro Picotto-Lizard(1998)


"Lizard" finì per diventare una Top 30 e fu seguito da altri due capitoli della trilogia sui rettili, 'Iguana' e 'Komodo'. "La gente mi ha sempre chiesto da dove provenivano i nomi" sorride. "Lizard è un'isola in Australia che amo. Il nome suonava bene e ne derivò una saga".
"Komodo" divenne un'altra hit,raggiungendo il numero 13 nella chart dei singoli in Uk,nel 2000

Mauro Picotto-Komodo(2000)


Altre top ten seguirono, tra cui 'I Feel Love', sotto lo pseudonimo CRW e 'Communication' con Mario. Due album, "The Double Album" e "The Others" vengono pubblicati rispettivamente nel 2000 e 2002, così come alcuni remix di personaggi come Freddie Mercury, Jimmy Sommerville, Pet Shop Boys e U2.
ed altri pezzi he scalano le chart mondiali come Proximus,Pulsar e Back to Cali
Mauro Picotto-Back to Cali(2002)


Purtroppo non passa troppo tempo ed altri produttori fiutano il potenziale di questo nuovo stile nato con "Lizard". Era giunto il momento della metamorfosi di Picotto da stella della Trance a eroe della Techno.
Oltre alle stimate 250 produzioni realizzate ad oggi, "400 se includiamo i miei remix", Mauro è anche un globetrotter in quanto impegnatissimo come DJ. Adesso suona davanti a 45.000 persone nello stadio di Amsterdam, e un attimo dopo è davanti a 18.000 persone nel bel mezzo della jungla amazzonica circondato dalla natura.
"Ho accumulato circa 900.000 miglia con British", ride. "700.000 con Lufthansa ma è solo un assaggio". Non male per uno che ha paura di volare. "Ho avuto un'esperienza terribile a Los Angeles una volta" ricorda. "Uno dei motori prese fuoco e l'aereo si inclinò provocando il panico. Da quel momento ho paura quando volo".
Sfortunatamente per un aviofobico come lui, una delle sue "fanbase" più numerose è in Sud America. "Sono stato uno dei primi DJ in quel territorio a portare uno show, piuttosto che arrivare solo con una valigia di dischi" spiega.
Nel 2003 Picotto fonda la Bakerloo Music e la sua nuova etichetta Alchemy, sulla quale pubblica una serie di club hit tra cui "New Time New Place" e l'"Alchemy EP". Quello stesso anno lancia la sua serata Meganite, a Miami per il Winter Music Conference, e i biglietti andarono subito a ruba.

Mauro Picotto e Riccardo Ferri-New time new place


Sulle basi dell'evento di Miami, Picotto porta Meganite a Ibiza nel 2004, trasformando la discoteca più grande del mondo, il Privilege, in un paradiso intimo per gli amanti della musica elettronica, consacrandosi nel 2005 e consolidandosi nel 2006 e 2007 come uno degli eventi più caldi dell'Isla Blanca.

Franchino:"quando la musica diventa magia"


Francesco Principato in arte Franchino nasce a Messina, il 16 febbraio 1953

La sua prima esperienza è del 1971 presso il Seven Eleven Club (a Montelupo Fiorentino). Dopo aver aperto una boutique per parrucchiere sull'Isola d'Elba, lavora parallelamente come Dj a Marciana Marina, nella discoteca Capo Nord. Fino al 1987 trascorre l'estate all'Isola d'Elba e l'inverno in Brasile dove cantava in un gruppo Blues di Arraial d'Ajuda, un paese nel sud di Bahia

Verso la fine degli anni '80, dopo aver trascorso alcune estati sull'Isola di Ibiza ed essersi innamorato della musica elettronica, incontra all'Imperiale Club di Tirrenia Farfa, Mario Più, Ricky Le Roy, con i quali inizia una stretta collaborazione. Diventa famoso in una notte del 1992 al Tartana di Follonica: insieme a Farfa e Mario Più utilizza voci campionate ed effetti sonori durante la serata. Comincia a modernizzarsi così il ruolo del vocalist fino a quel momento relegato al semplice parlato dal microfono. Mentre i dj si alternano alla consolle, Franchino prende il microfono e si cala nei panni di un Cantastorie, che insieme alla musica elettronica danno una particolare atmosfera a ogni serata da lui presieduta. Continua a lavorare all'Imperiale Club fino al 1994 insieme ad Andrea Giuditta, dj resident. Questi sono gli anni più importanti per la storia della musica techno progressive italiana, e Franchino ne è indubbiamente un protagonista.

Dal 1995 al 2000 lavora alla Insomnia Disco Acropoli d'Italia: insieme ai sovracitati dj dell'Imperiale Club lavora con Joy Kitikonti, Sandro Vibot, Zicky e Leonardo Brogi. Nel 1997, insieme a Kitikonti, Vibot, Zicky, Le Roy, Mario Più e Brogi fonda a Ponsacco l'etichetta discografica Metempsicosi. Lavora inoltre nelle discoteche Dylan e Aida. Nel 2000 nasce a Brescia il progetto Matrix, locale di cui Franchino è uno dei proprietari. Ogni anno Franchino festeggia qui il suo compleanno e tale evento è considerato da molti giovani un cult della musica elettronica.

Dopo una pausa ritorna nelle discoteche nel 2001 e nel mese di settembre, insieme a tutta la Metempsicosi entra nello staff della discoteca Jaiss di Empoli dove, in concomitanza con il Matrix, rimarrà fino alla sua chiusura nel maggio 2004. Partecipa anche al progetto di continuazione del Jaiss (l' Alias di Firenze) nella stagione 2004-2005. Gli artisti della Metempsicosi smettono di lavorare al Jaiss, rimasto fedele alla Techno, per dedicarsi alla musica elettronica pura e alla Techouse.

Franchino è molto legato al Brasile ed ha composto brani rimasti famosi nel corso degli anni come God is a Dj e May Be.

Nel 2004 insieme a Gagliano e Dariush nasce il progetto "Trilogy", una sorta di gruppo, di nuovo modo di proporre la musica elettronica, come viene definito nel sito ufficiale di Franchino.

Franchino è anche produttore discografico con molti dischi all’attivo, tra questi ricordiamo: Solidao - Transexual - Calor - 999. Insieme a Mario Più e Ricky Le Roy sono considerati la "Triade" per eccellenza della musica elettronica in Italia.

qui ecco uno dei suoi più grandi successi:Franchino-999

lunedì 22 dicembre 2008

Dave Clarke@Perfection party Zagabria(Aprile 2003)

Quando si dice numeri al mixer...

Afefe Iku-Mirror dance

ottima traccia deep soul house,uscita quest'anno sulla Yoruba Records di Osunlade,e prodotta da Afefe Iku,originario dell'isola di Manda,vicino alle coste del Kenya

qui dj Sauro che la suona al Red Zone,sabato 20-12-08


e qui la traccia per intero:

Video Red Zone 20-12-08:dj Sauro

Red Zone Club
saturday 20-12-08
dj Sauro
title track:Mbmm-fly away(traccia prodotta dai perugini Mirkomos e Maurizio Belladonna)

Sabato 27 Dicembre Warehouse party@Essenthia(Umbertide):Lory,Moko,Frankie Watch,Master Enjoy




prenotazione 8€+drink
lista 10€
info Andrea 3333716363
email e msn:andreapantani@soundzculture.it
www.myspace.com/andreacdc
www.myspace.com/essenthia

come arrivare:
da sud,uscita supertrada E-45 Umbertide-Gubbio,proseguire direzione umbertide fino alla stazione fcu,poi svoltare a destra per Via Roma,proseguire fino ad una rotonda,andare dritti,dopo la rotonda,prendere la terza a destra per via togliatti,trovate il locale sulla destra,dopo 200 m
da nord:uscita E-45 Umbertide,proseguire direzione Umbertide per via Roma,fino al bar L'Angolo,subito dopo il bar svoltare alla prima a sinistra per via Togliatti

RA poll:top 100 djs of 2008


ecco la classifica dei migliori dj del 2008,pubblicata dal magazine online dedicato alla musica dance Resident advisor,sicuramente fra i più autorevoli a livello mondiale.
a decidere la classifica sono stati i numerosi utenti di tutto il mondo, registrati al sito,che così hanno deciso:

1-Ricardo Villalobos
2-Richie Hawtin
3-Luciano
4-John Digweed
5-Sasha
6-Sven Vath
7-Laurent Garnier
8-Dixon
9-Magda
10-Lee Burridge
11-Marcel Dettmann
12-Dubfire
13-Danny Howells
14-Matthew Dear
15-James Holden
16-Efdemin
17-Loco Dice
18-Adam Beyer
19-Radio Slave
20-Carl Craig
21-Hernan Cattaneo
22-Raresh
23-Move D
24-James Zabiela
25-Cassy
26-Erol Alkan
27-Ame
28-Steve Bug
29-Marco Carola(primo italiano)
30-Steve Lawler
31-Mandy
32-Ellen Allien
33-Claude Vonstroke
34-Carl Cox
35-Joris Voorn
36-Armin Van Buuren
37-Damian Lazarus
38-Aeroplane
39-Lawrence
40-Ben Klock
41-Michael Mayer
42-2 Many dj's
43-Theo Parrish
44-Boys Noize
45-Craig Richards
46-Ivan Smagghe
47-Ewan Pearson
48-dj Koze
49-Wighnomy Brothers
50-Onur Ozer
51-Anja Schneider
52-Josh Wink
53-Prosumer
54-Donato Dozzy
55-Prins Thomas
56-Seth Troxler
57-Dave Clarke
58-Danny Tenaglia
59-Ben Watt
60-Troy Pierce
61-Sebo k
62-Jeff Mills
63-Matthias Tanzmann
64-Solomun
65-Tiesto
66-Mathias Kaden
67-Appleblim
68-Zip
69-Francois k
70-Alex Under
71-Ryan Elliott
72-Paul Van Dyk
73-Jimpster
74-Jamie Jones
75-Stephan Goldmann
76-Jus-Ed
77-Daniel Bell
78-Sascha Funke
79-Satoshi Tomiie
80-Greg Wilson
81-Derrick Carter
82-Minilogue
83-Derrick May
84-Paul Kalkbrenner
85-Nick Warren
86-Andrew Weatherall
87-Nic Fanciulli
88-Tiefschwarz
89-Agoria
90-Tim Sweeney
91-Eric Prydz
92-Dominik Eulberg
93-Rhadoo
94-Todd Terje
95-Extrawelt
96-Pan-Pot
97-Audiofly
98-Justin Martin
99-Petre Inspirescu
100-Skream

fonte:www.residentadvisor.net

Giovedì 25 Dicembre Natale@Red Zone:ospiti Boyd Jarvis feat.Monique Bingham



lista c/o donna 15€,entro le 1
tavoli 25€
info liste e tavoli Andrea 3333716363
email e msn:andreapantani@soundzculture.it
www.myspace.com/andreacdc

lunedì 5 Gennaio:
dj Ame@Red Zone

Dj londinese vende i denti

In tempi di crisi il dj Anthony Ghosh, più conosciuto come Dj Talent, ha deciso di mettere in vendita le sue 28 corone d'oro, rinunciando così a uno dei tratti che lo avevano reso famoso. Il dj londinese, che tre anni fa aveva speso 12 mila euro per ricoprire i suoi denti d'oro, spera ora di ricavarne almeno 35 mila. "E' stata una grande decisione che mi può costare la carriera - ha detto - non so se i miei fan mi seguiranno ancora con i denti bianchi". In caso negativo, nessun problema, Dj Talent sta già pensando di passare al platino.

NB:fonte la repubblica

domenica 21 dicembre 2008

Ilario Alicante-Vacaciones en Chile

gran pezzo caratterizzato da una chitarrina molto latin,che entra in testa,prodotto dal giovane(20 anni) produttore livornese Ilario Alicante,nel Febbraio 2008 su Tenax Recordings

qui Ilario Alicante che suona questa sua produzione all'evento Bios al Tucandela di Perugia venerdì 19-12-08:


e qui la traccia per intero:

Bios@Tucandela 19-12-08(video)

Bios@Tucandela
friday 19-12-08

Ilario Alicante


Francesco Zappalà

giovedì 18 dicembre 2008

Photogallery Red Zone 29-11-08 e 13-12-08




aggiornato il sito Soundz con le photogallery delle serate Red Zone di sabato 29-11-08(80 foto) e sabato 13-12-08(70 foto),aggiunto anche il video Red Zone Ralf's birthday 20-9-08
www.soundz.it
thanks to Mitchell!

Red Zone sabato 20 Dicembre:t-shirt night



Sabato 20 Dicembre

Red Zone Club

dalle 24 alle 6

dj resident

in regalo ai presenti magliette e gadget firmati Red Zone

c/o donna 10€,entro 1:30
tavoli 20€
info liste e tavoli Andrea 3333716363
email emsn:andreapantani@soundzculture.it
www.myspace.com/andreacdc

Emmanuel Top


Emmanuel Top,originario di Lille in Francia,è uno dei pionieri della musica techno,acid e progressive,che raggiunse il massimo della popolarità negli anni 90,con le sue tracce sulla propria label Attack.
oltre ad essere uno dei producer francese di maggior successo,è anche forse il più riservato,avendo sempre rifiutato l'incontro coi media e le luci del palcoscenico,preferendo spendere il suo prezioso tempo nel produrre dischi per le label Attack e Triangle
Famoso anche per la sua collaborazione con Bruno Sanchioni nel progetto Bbe,da cui scaturirono hit come "Seven days & one week"(una hit mondiale nel 1996)e"Flash"

ecco una carrellata di alcune delle + grandi produzioni di Emmanuel Top su Attack:

Acid Phase(1994)


Tone(1995)


Cosmic Event(1994)


Cosmic Event suonata da dj Lory al Red Zone sabato 1-3-08

mercoledì 17 dicembre 2008

Italohouse Story



“ITALO HOUSE STORY”
1984-1994 LA STORIA DELLA HOUSE MUSIC ITALIANA
Film-documentario sulla House Music Italiana, meglio nota come Spaghetti House,
raccontata da chi ha dato vita ad una vera rivoluzione musicale portando l'Italia nel mondo della House Music Internazionale.

Nei migliori negozi dal 10 Dicembre 2008

Dopo quattro iniziative dedicate alla house music internazionale, la Key Note Multimedia, agenzia di management, booking e marketing per DJ, propone il primo documentario sulla storia del fenomeno socio-musicale della House Music Italiana.

Maurizio Clemente, executive producer, ma soprattutto agente-promotore che da più di 20 anni opera nel settore musicale, in collaborazione con Diego Grazioli, racconta la nascita e lo sviluppo del movimento che tra l’84 ed il ‘94 ha portato al successo molti club italiani come il Byblo’s (Misano/Riccione), Cocoricò (Riccione), Cellophane (Rimini), Dadada (Rimini), Devotion (Roma), Diabolica (Rimini), Ethos Mama Club (Gabicce), Graffio (Modena), Insomnia (Pisa), Kama Kama (Viareggio), Kinki (Bologna), Matis (Bologna), Movida (Jesolo), Plagine (Firenze), Paradiso (Rimini), Plastik (Milano), Red Zone (Perugia), Vaevictis (Misano/Riccione), Villa delle Rose (Misano/Riccione), creando nuove professioni e reinventando l'intrattenimento notturno.

I dj più famosi, produttori, PR, imprenditori come:
Achille Akitrax, Andrea Anedda, Andreino, Checco Montefiori aka Kekkotronics, Cirillo, Claudio Coccoluto, Daniele Davoli, Fabio Carniel, Flavio Vecchi, Franco Moiraghi, Gabon, Gianluca Tantini, Gianni Morri, Gianni Parrini, Giorgio Canepa, Joe T Vannelli, Kid Batchelor, Luca Trevisi aka LTJ, Luca Benini, Massimino Lippoli, Maurizio Monti, Paolo Martini, Pasta Boys, Ralf, Renzo Master Funk aka RMF, Ricky Montanari, Sabrina Bertaccini, Sandro Russo, Sauro Cosimetti, Sergione Cosu, Umbi Damiani, Valentina Cecchini, Vincenzo Viceversa

si raccontano ed attraverso le loro esperienze viene ricostruito il percorso che impone il “made in italy” a livello internazionale.

La “Spaghetti House” ed i suoi protagonisti fanno il giro del mondo ottenendo infatti numerosi riconoscimenti e successi discografici.
Il loro entusiasmo, la creatività e lo spirito di gruppo, vi guideranno attraverso la storia di questo fenomeno socio-musicale.

Questo documentario è per chi ha avuto la fortuna di vivere quegli anni, per chi è andato in discoteca almeno una volta nella vita e per tutti quelli che intendono comprendere la genesi di un movimento che coinvolse milioni di persone rivoluzionando il loro modo di vivere la notte.

All’interno del packaging troverete un dvd con il Film, contenuti ed approfondimenti extra, ed un CD audio unmixed con tutti i successi italiani che segnarono quell’ epoca.


“Ogni tempo ha i suoi eroi. E questi sono gli eroi della musica house italiana. Le battaglie si sono combattute sui floor delle discoteche della penisola, dove i dj hanno diffuso il verbo, anzi la musica. Senza l’avvento della house forse non sarebbe neanche nata la professione del dj, sicuramente non come la conosciamo noi. Ormai per una grande parte di giovani i dj sono diventati quasi delle figure mitiche, GOD IS A DJ ho letto una volta su una maglietta! Ma non è stato sempre così. C’è stato un tempo in cui il fenomeno house era relegato a pochi, che pur di trascorrere una notte al ritmo della “nuova musica” macinavano centinaia di chilometri per varcare le porte dei templi della notte.
Poi, nel corso del tempo, come succede spesso alle cose belle, i pochi sono diventati molti, le discoteche si sono ingrandite, lo spirito underground dei primi locali è lentamente evaporato. Ma questa è un’altra storia. Noi vogliamo raccontarvi come tutto è cominciato e come LO SPIRITO HOUSE E’ CRESCIUTO, BUON VIAGGIO DUNQUE…”
(Diego Grazioli)

DVD - 'ITALO HOUSE STORY” - 1984-1994 LA STORIA DELLA HOUSE MUSIC ITALIANA.

Film:
01 – House music
02 – La Riviera romagnola
03 – Moda e Trasgressione
04 – il DJ divo
05 – il DJ producer
06 – Il Primo Club House


Extra:
1. Pettegolezzi
2. Voglio quel disco!
3. Conversando con i produttori


prodotto da Key Note Multimedia
in associazione con Diego Grazioli

Scritto e diretto da Maurizio Clemente

Starring:
Achille Akitrax, Andrea Anedda, Andreino, Checco Montefiori aka Kekkotronics, Cirillo, Claudio Coccoluto, Daniele Davoli, Fabio Carniel, Flavio Vecchi, Franco Moiraghi, Gabon, Gianluca Tantini, Gianni Morri, Gianni Parrini, Giorgio Canepa, Joe T Vannelli, Kid Batchelor, Luca Trevisi aka LTJ, Luca Benini, Massimino Lippoli, Maurizio Monti, Paolo Martini, Pasta Boys, Ralf, Renzo Master Funk aka RMF, Ricky Montanari, Sabrina Bertaccini, Sandro Russo, Sauro Cosimetti, Sergione Cosu, Umbi Damiani, Valentina Cecchini, Vincenzo Viceversa.

Bonus CD- Selection 1984-1994

Unmixed CD – Durata 67’31”

CD dedicato alla “Spaghetti House”, con tutti i brani che hanno reso l’Italia famosa nel mondo per le sue produzioni .
Tutti i brani sono contenuti nel film , per vivere un esperienza audio-video tutta Made in Italy.

Tracklist:
1. Can We Live (Club mix)- JESTOFUNK with CECE ROGERS – 6’23”
2. Found Love - DOUBLE DEE Feat. DANY – 4’42”
3. House Of Calypso (Remix) - KEYTRONICS ENSAMBLE Feat DOUBLE J. FLASH – 6’29”
4. It’s Funky - GIANNI PARRINI – 5’30”
5. Think About It - DJ H feat STEFY – 5’30”
6. Rich In Paradise- FPI PROJECT - 5’25”
7. The Chance- OPTIK - 5’49”
8. First Job - KEKKOTRONICS & LTJ – 4’49”
9. Do you feel Alright (Loca Remix) - DYNAMIC NOISE – 5’03”
10. Speed 127 – MBG – 4’36”
11. Talking About The Power (Club Phunk) - BLADE, LIAM J. NABB & SIMONE FABBRONI – 5’16”
12. Movin’ On (Club Live Mix) - MOODLIFE feat CE CE ROGERS & SONYA ROGERS – 7’57”



“Non fare di tutta l'erba un fascio, scopri la storia della house”.

“Scopri le radici, conosci la storia, condividi l’esperienza… Think House!”. Ecco il motto che la Key Note Multimedia vuole usare per la realizzazione di una collana dedicata alla storia della Club Culture. Ogni genere musicale nasce e si sviluppa per ragioni e bisogni molto profondi, che in questa collana vengono analizzati e studiati in maniera attenta e competente.

Nella stessa collana:
Love Saves the Day, il libro di Tim Lawrence che illustra le radici profonde della nascita del fenomeno noto come Dance music, nella New York degli anni ‘70.
Maestro, il film-documentario, capolavoro del regista Josell Ramos dedicato ai primi club della New York anni '70.
The Unusual Suspects di Chip Eberhart: la nascita della Chicago House Music.
High Tech Soul, documentario del regista Gary Bredow sull'impatto mondiale che ebbe la Techno Music proveniente da Detroit.

trailer:


more info

martedì 16 dicembre 2008

Venerdì 19 Dicembre Bios@Tucandela



Francesco Zappalà
Zappala' è considerato uno dei nomi storici dell’elettronica italiana.Idolatrato grazie alla passione e al carisma che da sempre infonde nel suo lavoro, il dj siculo di nascita ma capitolino d’adozione è considerato un vero fenomeno soprattutto se si pensa ai leggendari successi raccolti ai campionati mondiali del DMC che gli offrirono la giusta occasione per mostrare una tecnica invidiabile mai andata scolorendosi nonostante l’incessante trascorrere degli anni. Il dj-producer, che sta per varcare la soglia dei quaranta, è ormai un personaggio di riferimento nel panorama elettronico italico e non solo visto che nel suo curriculum figurano esibizioni presso clubs come il Pacha, lo Space e l’Amnesia di Ibiza nonchè una ricca serie di apparizioni in discoteche inglesi, svizzere ed addirittura americane e venezuelane. Partendo dalla techno-rave dei primi anni novanta esternata in progetti come Net Runner ed R.F.T.R. si passa all’hypno-trance di Shadow Dancers e Virtual Age transitando per hits consacrate a livello internazionale come “I Need You”, “We Gotta Do It” e “No Way Out” e finendo al progetto Tractorecords (che Zappalà porta avanti assieme agli amici Francesco Passantino e Giosuè Impellizzeri aka Dj Gio MC-505) che riguarda l’evoluzione della musica dance elettronica vissuta all’interno delle sue moderne sfaccettature.

Ilario Alicante
Ilario Alicante nasce il 17/12/1988 a Livorno,ed inizia a coltivare la sua passione musicale sin da piccolo, quando la madre comincia a fargli ascoltare ogni genere musicale di suo gradimento. Passa il tempo….. Ilario inizia a conoscere il mondo della notte e quello del dj, in un primo momento ha un contatto con attrezzature “di fortuna” cimentandosi in mix stentati poi continuando ad approfondire e a migliorarsi finalmente arriva la residenza al “Pachamama club”, qui la sua tecnica e qualità salgono grazie a questa nuova esperienza ,arrivando ad ottimi livelli. Da qui inizia a frequentare locali molto importanti e di tendenza in Italia, Germania e infine Spagna dove grazie al Circoloco e ad Cocoon conosce e si innamora della musica house con sfumature e cadenze latine,minimal techno e elettroniche. Da quel momento comincia a produrre e suonare quel genere musicale. Nei suoi set possiamo trovare comunque, diverse influenze donando così un tocco di stile che differenzia ogni suo set. Si ispira ad artisti come Richie Hawtin,Marco Carola, Ricardo Villalobos,Raresh,Luciano. Le sue produzioni sono state apprezzate da dj producer di livello internazionale.La traccia "vacaciones en chile"su Tenax così come la sua ultima produzione”Living nera Africa”su Cecille Records testate nei club più importanti lo preparano ad un salto di qualità che lo porterà dritto nell'house music business!

ingresso 10€ in lista+drink
info liste Andrea 3333716363
email e msn:andreapantani@soundzculture.it
www.myspace.com/andreacdc

lunedì 15 dicembre 2008

Italoboyz-Portucais

nuova traccia prodotta su Trapez a fine novembre dagli Italoboyz,ovvero Marco Donato e Federico Marton,veneti trapiantati a Londra,già autori in passato di hit come Zinga e Viktor Kasanova.Anche in questa traccia non perdono l'originalità che li contraddistingue aggiungendo ad un groove azzeccato,e a ritmi un pò tribali,una voce che dice parole incomprensibili

proposta da dj Lory sabato 13 Dicembre al Red Zone,mixata con Dhs-House of God


questo un'estratto della traccia originale

Video Red Zone 13-12-08:dj Lory

Red Zone,club in the club
saturday 13-12-08
dj Lory

title track:Koen Groeneveld-Wake turbulence


title track:Dyno-Automiak


title track:Hideo Kobayashi-The Puzzle(Sydenham mighty dub)

La nascita dell'acid-house

Era il 1985, quando un team di giovani produttori di Chicago diede vita, per la prima volta, a quell’impasto sonoro che Simon Reynolds nel saggio “GenerazioneBallo/Sballo” definisce come “qualcosa che sta a metà strada tra un gorgoglio fecale e un nevrotico nitrito, tra il ribollire della lava e il ronzio delle note gravi di un digeridoo”.
Quel suono che divenne un genere era l’Acid House e quei produttori erano Dj Pierre (Nathaniel Pierre Jones) e i suoi soci in musica Earl “Spanky” Smith e Herb Jackson, in seguito conosciuti come Phuture. Il fascino rudimentale del primo brano pubblicato, lo si deve al fatto che i tre non erano in grado di programmare il mitologico generatore di bassi sintetici TB-303. Da quella scatola sintetica di fabbricazione giapponese uscì involontariamente una bassline gorgogliante, qualcosa di mai sentito prima. Fu “In Your Mind”, con esplicito riferimento al suono “mentale” in esso contenuto, traccia presto ribattezzata Acid Track. Qualche giorno dopo averlo registrato, Pierre, Smith e Jackson, portarono la cassetta al dj più importante in città, Ron Hardy, resident del leggendario Music Box, che la sera stessa la suonò più volte, decretandone il successo.

Intervista a Giles Smith e James Priestley(Secretsundaze)

1. Parliamo del party “Secretsundaze”. Come è cominciato tutto?

Giles: Secretsundaze è iniziato grazie a quattro amici. Con 3 dj resident e un altro membro, Kristophe, che si occupava della produzione. Al tempo non era niente di più che il desiderio di voler fare qualcosa per noi stessi e suonare la nostra musica a persone e amici che avessero i nostri stessi gusti musicali. Il giorno, la domenica, è stato scelto inizialmente (credeteci o no) in modo del tutto accidentale in quanto unico giorno disponibile del posto che avevamo scelto. Il luogo (The Loft Room al 93 di Feet East in Brick Lane) ci piaceva particolarmente e non era disponibile venerdì o sabato. E’ spuntata allora l’idea di un party pomeridiano anche per via della terrazza che possiede. Confidando nel buon vecchio tempo britannico abbiamo pensato che poteva essere una buona idea mantenere questa vibrazione solare dell’estate.

2. Come si articola un tipico party “Secretsundaze”? Come lo presenteresti a chi non ne ha mai sentito parlare?

James: Di solito, cominciamo alle due del pomeriggio della domenica. Se tu arrivassi a quell’ora probabilmente vedresti i nostri sforzi nel mettere a punto gli ultimi dettagli. Poi, sia io che Giles cominciamo a creare l’atmosfera tenendo i bpm bassi, mettendo caldi e profondi groove house venati di soul. L’ambiente è rilassato e gioviale, socievole, la gente chiacchiera e il suono comincia a crescere. Nel tardo pomeriggio, tra le sei e le sette, l’ospite prende posto in consolle e a quest’ora le cose sono decisamente definite, si crea una specie di tensione per vedere cosa avrà da dire l’ospite.
Il picco più alto di vibrazioni ed energia si tocca di solito verso la fine del set dell’ospite e nuovamente, io e Giles lo manteniamo alto per una piacevole conclusione dell’evento o per introdurre un nuovo ospite. In breve, è una festa pomeridiana in un contesto amichevole con grande musica ascoltata con un grande soundsystem e animata da un’edonistica folla colorata.

3. Le prime cinque date sono andate esaurite in prevendita. Qual è il segreto secondo voi?

Giles: Non saprei dirti esattamente, ma so che siamo ormai in giro da sette anni e penso che si tratti di una combinazione di un insieme di cose. Penso che la gente capisca che siamo persone “vere” che animano un party per le giuste ragioni. Mettiamo grande cura e attenzione nella produzione. Musicalmente possiamo dire lo stesso, avendo portato molti ospiti in Gran Bretagna per la prima volta e non esagero se dico che abbiamo lanciato la carriera di alcuni di questi in Gran Bretagna e persino in Europa invitandoli da noi. Questo, per forza di cose, si riflette positivamente su di noi. Abbiamo anche portato grossi nomi che di solito si esibiscono solamente al Fabric di Londra. E penso anche che il concetto di un party che si tiene la domenica abbia la sua importanza, si respira un’atmosfera nettamente diversa rispetto a un comune venerdì o un sabato sera. E conta anche il fatto che molti dei nostri party sono all’aperto (alcuni completamente all’aperto, altri al chiuso con l’uso della terrazza) .

4. “Secretsundaze” è diventata anche un’etichetta discografica. Quali sono i prossimi progetti?

James: La prossima uscita è un ep per il secondo volume di “Secretsundaze”, che uscirà all’inizio del prossimo anno. Contiene una traccia esclusiva di Rozzo (metà dei Mountain People) chiamata “Azzurro” che sta riscuotendo grandi consensi da colleghi prestigiosi. Inoltre, contiene una gemma di Ron Trent, “The Morning Factory” che in origine uscì su Prescription e che attualmente è una rarità su vinile. Un’uscita essenziale.

5. Spesso portate “Secretsundaze” fuori Londra. Ora è previsto un tour che toccherà anche l’Italia, per la precisione Roma il 19/12. Cosa vi aspettate?

Giles: Sia io che James stiamo girando parecchio, sia separatamente sia insieme come Giles Smith e James Priestley, ossia Secretsundaze. E’ sempre piacevole suonare in posti nuovi e abbiamo sentito grandi cose sul Goa di Roma, quindi non vediamo l’ora di esserci. Abbiamo amici londinesi a Roma e anche amici italiani: sarà per forza una grande serata..

6. Sembra che voi abbiate sempre i pezzi migliori e più deep? Dove scovate questi piccoli tesori?

James: Seguiamo la scena con attenzione e abbiamo un buon orecchio per quel tipo di dischi/musica.
Non c’è nessun segreto dietro ma tanta passione.

7. Progetti furuti?

Giles: Stiamo lavorando attualmente ai nostri party invernali denominati “secretsundaze & friends”. Si tratta di un appuntamento mensile ogni terzo sabato del mese. E’ la prima volta che organizziamo una serie di party invernali ma sono abbastanza diversi dai tipici party secretsundaze in quanto sono all’interno di un club (Scala) e ci sono tre sale così abbiamo l’opportunità di invitare un numero maggiore di ospiti ed etichette. Nei prossimi mesi avremo ospiti Monza (Ibiza), Drum Poet Community e questo mese avremo uno speciale olandese con uno showcase chiamato “100% Pure vs Intacto vs Remote Area”. Brothers Vive da New York, uno dei nostri produttori preferiti del 2008, sarà nell’altra sala insieme a me e James. La serata del 31 si sta delineando.. Avremo un posto stupendo e una grande line up con Omar S (FXHE / Detroit) e il debutto inglese di Johnny D (Oslo). Questo è un grande colpo dato che, per ragioni di Visa, non si è mai esibito in Inghilterra e noi lo ospiteremo per la prima volta. Poi, vorremmo lavorare su altre compilation anche se il mercato è molto difficile al momento. Naturalmente cominceremo a pensare alla prossima serie estive di Secretsundaze. Sia io che James siamo anche impegnati in studio su nuove tracce e remix che saranno pubblicate il prossimo anno. Stiamo continuando il tour, tra cui il Panorama Bar a Berlino (uno dei nostri preferiti) e La Terrazza a Barcellona.

8. Qual è la musica del passato che preferite?

James: Tutti i generi musicali, davvero. Il mio primo amore è stato il jazz. Questo perché ho suonato il sassofono, il pianoforte e il flauto. Quando ero più giovane andavo sempre nei club di jazz e a vedere concerti, soprattutto con mio padre. Non suono più i miei strumenti ma mi piace ancora ascoltare jazz a casa. Mi piace anche la musica soul, disco, funk, hip-hop, electronica, balearica, krautrock, il pop degli anni ottanta. In termini di artisti, Arthur Russell, Boards of Canada, Can, Donald Byrd, Emperor Machine e molti altri.

9. Qualche nome da seguire nel 2009?

Giles: La nuova scuola di Detroit merita: Keith Worthy (Aesthetic Audio), Patrice Scott (Sistrum), Omar S. Aggiungiamo Johnny D (già un grande nome), Sascha Dive (Deep Vibes), questi nomi continueranno a crescere come grandi produttori. Anche Guillaume and The Cotu Dumonts continuerà ad essere sempre più popolare.

10. Quali sono i vostri interessi oltre la musica? Siete collezionisti di qualcosa?

James: Mi interessano la moda, la politica, il design, viaggiare, bere e mangiare. Non sono un grande collezionista anche se sfido a trovare qualcuno che possieda una selezione di tè verde che possa competere con la mia. Mi rifornisco in molti punti vendita e sono sempre alla ricerca di miscele diverse.

11. Senza cosa non puoi vivere?

Giles: I miei amici e la mia famiglia.

12. Cosa significa musica house oggi?

James: Un linguaggio universale di cui il mondo può disporre e godere. Ho sempre amato il nome del programma radiofonico di Gilles Peterson “Worldwide” che riflette davvero l’ampiezza della musica che trasmette. Sento che la comunità house internazionale è così forte oggigiorno, che si tratti di etichette, produttori o dj. Ma reputo ancora più importante la gente, i “clubber” i quali, con l’avvento dei voli economici e internet, hanno reso la musica house ancora più vicina.

13. Vinile o cd?
Giles: Sicuramente vinile. Suono ancora al 90% vinile nonostante i miei dischi siano stati persi dalle compagnie aeree quest’anno. Amo l’intera cultura ed è molto triste vedere il cambiamento in corso, dato che sembra la direzione sia quella. Penso che i vinili saranno ancora disponibili ma in piccole quantità per collezionisti. I cd sono così anonimi, nessuna opera d’arte. Mi piace anche andare per negozi di dischi, parlare con la gente e scambiare idee e conoscenze, ma ho notato che alcune delle persone che incontravo non vengono più nei negozi e comprano e scaricano direttamente attraverso la rete.

14. Dove sta andando il mondo?

James: Spero in una direzione più giusta, più pulita e più sicura ma penso che ci sia un’altra strada da percorrere prima di intraprendere questa direzione. L’equilibrio di potere si sposterà dall’ovest all’est, ma dato che le risorse naturali stanno diventando insufficienti, ci saranno tempi difficili negli anni a venire.

by Antonio Di Gioia
fonte:www.basebog.it

Video Tucandela 12-12-08

Tucandela
friday 12-12-08

dj Alex Neri


Ion Ludwig live set

giovedì 11 dicembre 2008

Red Zone sabato 13 Dicembre



Sabato 13 Dicembre

dalle 24 alle 6

Red Zone classic

c/o donna 10€,scadenza h 1:30
tavoli 20€
info liste e tavoli Andrea 3333716363
email e msn:andreapantani@soundzculture.it
www.myspace.com/andreacdc

Video Red Zone 19th birthday:Ricky l e Sauro

Red Zone
19th birthday,7-12-08

Ricky l suona Roundtree-hit on you("il chitarrone")e Dhs-House of god

dj Sauro,parte 1

dj Sauro,parte 2

Moko-House of devil

Moko - "HOUSE OF DEVIL"

Written by Pietro Allegrini.
Arranged & mixed @ Deep Throat Studio's.
This video contain a "making of" the traxxx,
during the composition in studio.
Dedicated to Red Zone club

mercoledì 10 dicembre 2008

dj Hell-Hot on the heels of love(Dave Clarke rmx)

ottimo set techno remember anche x Moko,al compleanno Red Zone 7-12-08,iniziato con dj Hell-Hot on the heels of love(Dave Clarke rmx),due nomi che non hanno bisogno di presentazioni,e che agli inizi della carriera,nel 1994,diedero vita a questa martellante traccia techno,rilasciata sulla storica Disko b,di Monaco

dj Moko@Red Zone 7-12-08


ecco la traccia per intero:

Interactive-Koma(dj Hooligan rmx)

pezzo storico datato 1993,proposto sempre da dj Lory al compleanno Red Zone del 7-12-08,questa traccia è stata prodotta dal gruppo degli Interactive composto da Andreas Schneider,Jens Lissat,Ramon Zenker e Tobias Luetzenkirchen,uno dei più importanti degli anni 90,per il genere techno-hardtrance-hardcore,famoso anche per tracce come Who is Elvis,e Dildo,e remixata da dj Hooligan,che fu autore anche dell'inno della Loveparade di Berlino 1997 come Da Hool-Meet her at the love parade

dj Lory,voice Master Enjoy@Red Zone 7-12-08


ed ecco la traccia per intero:

The Effect-Day mission

grandiisima traccia suonata da dj Lory è The Effect-Day mission,originariamente prodotta dal belga Gregory daniel Dewindt a fine anni 90 e poi ripresa da David b,resident del Cocoricò,per una sua produzione su Stik ,nel 2002

ecco Lory che suona Day mission al Red Zone il 7-12-08
grande musica per grandi momenti!


ed ecco la traccia per intero:

Zombie Nation-Kernkraft 400

altra perla suonata da dj Lory domenica 7-12-08 al Red Zone è stata Zombie Nation-Kernkraft 400.
sotto l'alias Zombie Nation si cela il produttore tedesco di Monaco,Florian Senfter,conosciuto anche per le sue produzioni come John Starlight
Kernkraft 400 fu la sua prima produzione come Zombie Nation,contenuta in un'ep di 5 tracce rilasciato nel 1999 come numero di catalogo 19 per l'International dj Gigolò,label agli inizi della sua gloriosa attività,diretta da dj Hell.
Kernkraft 400,che in tedesco significa "energia atomica 400"è considerata una delle più famose canzoni della musica dance elettronica.
il pezzo trae spunto da Stardust, una delle tracce prodotte da David Whittaker nel 1984,per il videogioco per Commodore 64,Lazy Jones.
dopo la prima indipendente release nel 1999 Kernkraft 400 si è affermata come una hit underground in tutti i club europei,ed è stata licenziata in molti paesi,raggiungendo nel 1999 il numero 2 nella classifica di vendite in uk,il numero 1 in grecia ed il numero 22 in Germania

questo il video di dj Lory@Red Zone


e questo il video ufficiale della traccia:

Rotterdam Termination Source-Poing

suonato da dj Lory al compleanno Red Zone del 7-12-08 anche Rotterdam Termination Source-Poing,il pezzo che ha dato il via alla musica hardcore in Olanda,nel 1992,anno in cui arrivò al numero 1 nelle classifiche di vendita in Olanda

ecco dj Lory che lo suona


ed il video ufficiale di questa traccia:

Dream your dream-Mayday dream

al compleanno del Red Zone dopo Andrea Romani si è esibito in un grandissimo set da vero maestro dell' old-school dj Lory accompagnato dalla voce di Master Enjoy
l'inizio del set di Lory è stato strepitoso con l'esplosivo Dream your dream-Mayday dream,prodotto dai belgi Roel Reynders e Karim Boux su Bonzai nel 1994

video dj Lory@Red Zone 7-12-08


e qui la traccia per intero:

Ame chart dicembre 2008

— Detroit Experiment - Think Twice - Henrik Schwarz Mix
— Chateau Flight - La Roquette - Versatile
— Clueo de Song - Bright Forrest - Innervisions
— International Pony - Bubble In The Bottle - Pepe Bradock Remix
— Crowdpleaser - Walking Home - Kalabrese Rmx - Drumpoet
— Redshape - Warrior - Musicman
— Tokyo Black Star - Game Over - Innervisions
— Dop - Horns & Roses - Eklo
— DPlay - Tschaka - Running Back
— Afefe Iku - Mirror Dance - Yoruba

Tucandela 12-12-08:dj Alex Neri(Tenax) e Ion Ludwig(Berlin)



Alex Neri
Conteso dai migliori club del mondo, da Tokyo a San Francisco, passando per le notti infinite di Ibiza, che con i suoi Planet Funk, ha firmato superhit come Who Said, Chase the Sun e Inside all the People. Quando la puntina si abbassa su vinili come questi, il dancefloor si riempie, la folla va in delirio e Alex Neri lo sa bene: ideatore e resident di Nobody’s Perfect, one night all’avanguardia del Tenax di Firenze, non perde un’occasione per regalare al suo pubblico Dj set invidiati da tutto il mondo della club culture.
Insieme a Gigi Canu e Sergio Della Monica, Alex Neri si è fatto conoscere in tutto il mondo con i Planet Funk, grazie a hits come Chase the Sun, subito volata al quinto posto nelle charts inglesi. Successo replicato con l’inconfondibile voce di Dan Black in Inside all the People, secondo singolo estratto dal debut album Non Zero Sumness. Richiestissimo ovunque, Alex Neri tra 2001 e 2002 porta i Planet Funk sui palchi di Mtv Ibiza, Heineken Jammin’ Festival e Festivalbar; arriveranno poi nomination come Best Italian Act agli Mtv European Music Awards Barcelona e tre premi all’Italian Music Awards 2002: “Miglior Gruppo”, “Miglior Rivelazione” e “Miglior Artista Dance”. Con il disco d’oro per 50.000 copie vendute, il Live @ Bbc Radio 1 a Londra e un tour in Australia, il successo dei Planet Funk è totale. The Illogical Consequence, loro seconda e acclamata release, è un altro goal, grazie anche a Stop Me, supersingolo scelto per lo spot Coca Cola in Italia.
Tra il successo planetario e gli esordi a 13 anni come dj nel club del padre, Alex Neri cresce musicalmente tra house, new wave, electro e funk. La sua attitudine dance si affermerà poi nella scena internazionale grazie al progetto Kamasutra, con cui firmerà remix per Jestofunk, Club Freaks e Future Forces. La sua track Happiness con Jocelyn Brown, sulla scia del primo fortunato singolo Storm in my Soul, vola in testa alle charts inglesi e tedesche, definita da Larry Flick di Billboard come “one of the best hits of this spring”.
Da baby dj a superstar a producer, Alex Neri ha inoltre avviato la Tenax Recordings, per cui ha prodotto la doppia Nobody’s Perfect, compilation che include i singoli Housetrack e Club Element, due tracks apprezzatissime da pubblico e addetti ai lavori, realizzate dal dj fiorentino in collaborazione con Marco Baroni. Alex Neri ha inoltre firmato il remix del singolo di Jovanotti Tanto3, prodotto a quattro mani con Stefano Fontana aka Stylophonic e continua a pubblicare release di successo per la sua Tenax Records,tra cui recentemente ricordiamo “Twothousandandsix”sei tracce di puro Alex Neri sound,”La fotografia”ep,in collaborazione con Luca Bacchetti,ed il Tenax 027 contenente”Birdy”di Alex Neri e”Vacaciones en Chile”di Ilario Alicante

www.alexneri.com

www.myspace.com/alexneri

Ion Ludwig
Koos Ludwig aka Ion nasce a Zwolle,in Olanda nel 1985.Sviluppa il suo amore per la musica fin da giovane età,infatti fin da quando aveva 10 anni studia chitarra classica ed elettrica,e segue numerosi corsi di percussioni africane.Dopo essersi avvicinato alla musica techno e house intorno al 2000,inizia a produrre dancemusic elettronica,nell’estate 2003.Gli artisti da cui trae maggiore ispirazione agli inizi sono Villalobos,Johnson,Herbert e Luciano.Nelle sue prime produzioni il suono è minimale,scuro e potente.La sua prima uscita è contenuta in un cd dal titolo”Unsigned Project-push the button”realizzato dal Dutch Pop Institute:poco dopo realizza un e.p. per la netlabel Clevermusic.La prima produzione su vinile invece esce sull’Alphahouse di Butane nel 2005,a cui seguono altri ep su Underline,Stock5,Phonocult e Resopal,e remix su Archipel,Safari Electronique ed Einmaleins.Nel giugno 2007 Ludwig si laurea in Media e Entertainment Management,dopo 4 anni di studio.Un anno prima si era trasferito da Amsterdam a Berlino per finire i suoi studi e fondare,a fine 2006, la sua propria label, Quagmire Records,su cui realizza sia proprie produzioni che quelle di artisti suoi amici.La sua prima release su Quagmire”Blood Source e.p.”lo ha portato all’attenzione mondiale ed è stata suonato da numerosi dj di grande fama.Si esibisce nei club dal 2005,quando ha cominciato a focalizzarsi nel suonare live performance.Con date in Olanda,Gran Bretagna,Spagna,Svizzera,Germania,Svezia,Italia,Australia,Georgia,Russia,il nome di Ludwig è in grande ascesa.Nelle sue future release su Thema(New York),Stock5(Munchen),Resopal(Berlin)e sulla sua Quagmire Ion Ludwig conta di sviluppare il suo sound in una clubmusic sempre più armonica.

www.ionludwig.com

www.myspace.com/ionludwig

www.myspace.com/tucandelaclub

ingresso in lista 10€ con drink,entro le 1:30
info liste Andrea 3333716363
email e msn:andreapantani@soundzculture.it
www.myspace.com/andreacdc
----------------------------------------------------------------------------------
pre-party venerdì 12 Dicembre
Caffè impero Città di castello
dalle 21 alle 24
dj Nos e Manu p
free entry

Gigi d'Agostino-Creative nature(Giallone rmx)

uno dei pezzi simbolo della mediterranean progressive degli anni 90,questa produzione dell'eccentrico dj torinese Gigi d'Agostino ebbe grande successo nel 1996,grazie ad un'evoluzione melodica del disco veramente eccezionale

riproposto da Andrea Romani domenica 7-12-08 al compleanno Red Zone:


ecco la traccia per intero:

Scot Project-F(Future is now!)

altra traccia hardtrance esaltante e di grande impatto suonata da Andrea Romani al compleanno Red Zone 7-12-08,è Scot Project-F(Future is now!),uscita su Overdose rec.nel 2000,prodotta dal tedesco Scot Project,conosciuto anche come Arome
indimenticabile pezzo!

qui il video di Andrea Romani che la suona domenica scorsa


e qui la traccia per intero:

Robert Miles-Children

Proposto da Andrea Romani,al compleanno del Red Zone 7-12-08 anche la traccia Robert Miles-Children,prodotta da Roberto Concina aka Robert Miles,artista italiano,nato in Svizzera,poi a lungo residente in Friuli,per poi trasferirsi a Londra e Los Angeles dopo aver raggiunto il successo mondiale.
Raggiunge la fama mondiale nel 1996 proprio con il singolo Children: il brano, scritto e pubblicato nella versione originale nel 1994 ma riarrangiato nel 1995 in nuova versione, è ritenuto uno dei maggiori successi dance di tutti gli anni ’90; uscito in Italia nell'autunno del 1995, diventerà un successo planetario nell'estate del 1996,raggiungendo il n.2 nella UK chart ed il n.21 nella US chart
Con Children,a cui poi seguiranno altri capolavori come Fable e One & one, Robert Miles inventa un nuovo genere di musica dance e viene ritenuto il precursore del sottogenere Dream, ovvero musica trance melodica suonata al pianoforte, che caratterizzerà gli anni 1996 e 1997.

qui Romani che suona Children domenica 7-12-08 al compleanno Red Zone


qui il video ufficiale della traccia:

Cyrus & The Joker-Milky way

altro classico proposto da Andrea Romani nel suo set del 7-12-08 per il diciannovesimo anno del Red Zone è Cyrus & The Joker-Milky Way,disco trance prodotto dal duo tedesco nel 1998
ecco il video di Romani al Red Zone

e qui il video ufficiale di questa traccia

Video Red Zone 19th birthday:dj Andrea Romani

domenica 7-12-08 gran set di Andrea Romani che ha fatto viaggiare la pista rispolverando tutti i pezzi che hanno fatto la storia della trance e della progressive degli anni 90
vocalist Moreno Space Pilot

qui suona Push-Universal nation,storico disco trance uscito su Bonzai nel 1998,ad opera del belga Mike Dierickx aka Push da sempre uno dei cavalli di battaglia di Andrea Romani


qui la traccia in questione è Dark Moon-Dark horizon,un potente disco hardtrance,prodotto nel 2000 dai due tedeschi Christian Stein e Tino Hufeld aka Dark moon

Red Zone 19th birthday:Viceversa,Moreno e l'inno del Red Zone

serata leggendaria domenica 7-12-08,al Red Zone,per i festeggiamenti del diciannovesimo compleanno del club,in cui si è ripercorsa tutta la storia della musica
qui Viceversa che suona Sons of Ilsa-Jetz geht's los,disco del 1993,prodotto da Cristopher Just e Peter Votava,dal cui ritornello ha preso spunto l'inno Red Red Zone
vocalist Moreno Space Pilot

venerdì 5 dicembre 2008

This is techno!-episodio 4


le tracce di vera techno che mi hanno più colpito ultimamente sono tre,di cui due appartengono alla stessa label ovvero l'Insane Life del belga Stephane Signore

la prima traccia è proprio del label-manager Stephane Signore-i hate the world(Insane Life 04):devastante
ascolta

la seconda traccia fa parte dell'Insane Life 03,ed è musica techno all'ennesima potenza,con belle combinazioni di suoni,l'autore è lo sloveno Reaky remixato dal brasiliano Wehbba
Reaky-Detonation combination(Wehbba rmx)
ascolta

la terza è del tedesco Christian Fischer-Schlachthof,contenuta nel suo ultimo album,molto eclettico, su Definition Records,Bryzant games:ottima techno con grandi ripartenze
ascolta

THIS IS TECHNO!

giovedì 4 dicembre 2008

official video Ralf's birthday@Red Zone 20-9-08

video ufficiale della serata del 20-9-08 in cui appaiono Sauro,Ralf,Viceversa e Master Enjoy ed il Red Zone people realizzato da Cristian Doti girato con Sony ex1 720p/24, montato con FCP.


se volete vederlo in più alta qualità lo trovate anche su Vimeo
guarda

mercoledì 3 dicembre 2008

Claudio Coccoluto parla di Mozart e Baldelli

"II direttore dei programmi di Radio Luna era anche proprietario di
una mega-discoteca a Formia, il Seven Up: era ancora il periodo in cui nei locali si suonavanotre lenti e tre svelti, ma lui aveva capito che i tempi erano maturi per un cambiamento, così decise di usare la sua radio per diffondere quel nuovo genere dance che poi avrebbe suonato nella sua discoteca. In pratica mi costrinse a creare da zero il primo programma di "megamix"della storia della radiofonia italiana: quindi mi ritrovai a dovermi documentare per capire qualefosse la musica da suonare. E i primi tempi furono terribili: tutta la dance the trovavo neinegozi era black music annacquata, roba tipo Boney M... Per un fan del rock era una tortura.
Finché un giorno – siamo attorno al '77/'78 – un amico mi porta da Riccione delle cassette delta Baia Degli Angeli, e io ascolto per la prima volta che cosa significa un mixaggio creativo, cioè due dischi il prodotto musicale dei quali era una terza cosa che era più della semplice somma matematica dei due... E’ li che ho capito che un dj poteva avere la capacità di trasformare dei dischi in un’altra cosa semplicemente mettendoli insieme. E’ stata una rivelazione, qualcosa che mi ha veramente cambiato la vita. Persone come Daniele Baldelli e Mozart hanno un valore che gli va riconosciuto ancora oggi, soprattutto perchè tutto questo lo hanno inventato da zero, senza avere nessuno che gli insegnasse quello che stavano facendo.
E come se non bastasse lo facevano con delle cose che spaziavano da James Brown ai Kraftwerk,abbracciando in maniera omnicomprensiva qualunque cosa fosse a loro giudizio bella,interessante e innovativa. A quel punto mi si é aperto davanti un mondo!
Ho capito il potere che aveva il disc jockey nel trovare la musica migliore che ci fosse in giro e nel metterla insieme perché diventasse qualcos'altro.
E’ in quel momento, credo, che ho capito costa sarei potuto diventare.
Non dove sarei potuto arrivare, quello era impossibile immaginarlo allora: ciò che
avevo chiaro era che io Volevo essere quel tipo di dj, un dj che trasforma tutta la musica migliore che gli sta attorno in un flusso coerente di pezzi.
Volevo essere così e sapevo che ce l'avrei fatta".